Newsletter

Convocazione delle assemblee di condominio e piscine

 

Convocazione delle Assemblee di condominio e piscine

 

Gentili Associati

Assemblee di Condominio

E’ stato pubblicato il Decreto Legge 16 maggio 2020 n.33 che all’ articolo 1 comma 10 così dispone: “Le riunioni si svolgono garantendo il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro”.

A nostro parere ciò non può essere interpretato come un “nulla osta” generale alla possibilità di convocare e tenere le assemblee di condominio.

Infatti il comma 8 dell’art.1 del DL in commento vieta ancora l ’assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico. Le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura con la presenza di pubblico, ivi compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo e fieristico, nonché ogni attività convegnistica o congressuale, in luogo pubblico o aperto al pubblico.

La questione si complica poiché se convocate le riunioni  si richiede comunque il distanziamento sociale di 1 metro e la predisposizione dei presidi di protezione personale come mascherine, guanti e gel.

Tra l’altro le linee guida del Governo e della Regione Veneto non parlano di assemblee di condominio ma si riferiscono agli uffici pubblici o aperti al pubblico, come gli studi professionali, raccomandando però: “Per le riunioni (con utenti interni o esterni) vengono prioritariamente favorite le modalità a distanza; in alternativa, dovrà essere garantito il rispetto del mantenimento della distanza interpersonale di almeno 1 metro e, in caso sia prevista una durata prolungata, anche l’uso della mascherina”.

Per ora, questo Centro Studi, raccomanda di attenersi scrupolosamente all’art. 1 comma 8 del DL n.33 del 16.5.2020 anche perché le assemblee per l’approvazione dei bilanci sono state prorogate di 12 mesi.

In caso di comprovata urgenza, adottare tutti i sistemi di protezione ed agevolare anche la partecipazione in video-conferenza.

Piscine

Il DL 16.5.2020 n.33 nulla dice di specifico circa le piscine condominiali.

Le Linee guida allegate all’ordinanza n.48 del 17.5.2020 del Presidente della Regione Veneto sono molto stringenti e si riferiscono solo alle piscine aperte al pubblico e non a quelle condominiali (si allega il testo della linea guida).

Si ricorda che la “Liena Guida” non è un precetto di legge obbligatorio ma un’ indicazione di condotta da tenere anche in relazione alla valutazione del comportamento (doloso o colposo) imputabile al soggetto tenuto al controllo, gestione, amministrazione, in questo caso della piscina.

Si richiama in merito l’interpello di aprile inviato alla Regione Veneto, firmato dal Presidente Regionale dell’ ANACI.

Questo Centro Studi sta approfondendo tutte le problematiche e per ora si raccomanda estrema prudenza e mantenere chiuse le piscine.

 

Il Direttore del Centro Studi di Verona – avv. Maurizio Voi


Ultimo aggiornamento, 2020-05-18 12:52:50
 
 

News

2021-01-13 17:31:38 Rimborsi evento atmosferico 23.08.2020
Gentili Associati, confidando di fare cosa gradita comunichiamo che il Comune di Verona ha riaperto leprocedure per le domande di rimborso dei danni subiti ...
2021-01-08 16:18:26 Webinar 15.01.2021 Formazione a 360
Gentili Associati ANACI in allegato la locandina con programma e link di partecipazione al webinar del 15.01.2021 ore 15.45 con riconoscimento di crediti ...
2021-01-04 10:18:44 Pagamenti Acque Veronesi e AGS Segnalazione ANACI Verona
Gentili Soci ANACI Verona, dando seguito alle Vostre numerose segnalazioni, per conoscenza inoltriamo in calce quanto inviato dal nostro presidente ad ...